QUALCHE INFORMAZIONE UTILE DAL MONDO IMMOBILIARE E NON

IL BLOG DI PICCOLA AGENZIA

In questa pagina troverai articoli utili riguardanti il settore immobiliare e non solo

  • leggi
  • condoni
  • dritte informazioni utili  

Casa nuova o da ristrutturare? Parte Seconda

Dopo aver guardato insieme vantaggi e svantaggi delle case nuove oggi tocca alle case da ristrutturare! 

Cominciamo dai “contro” d’accordo?

Il primo svantaggio:

Una ristrutturazione importante necessita di un team di lavoro, devi trovare un buon tecnico, geometra o architetto che segua tutta la parte delle documentazioni da presentare al Comune e l’impresa che materialmente esegua i lavori, dovrai seguirli da vicino, controllare che tutto funzioni, essere pronto ad imprevisti che quasi sicuramente si verificheranno.

Il secondo svantaggio:

 

Alcune delle caratteristiche di alta efficienza energetica o strutturale che abbiamo visto insieme nelle case nuove, sono difficilmente implementabili in costruzioni datate, se non vengono eseguite contemporaneamente opere importanti all’intero condominio! 


Ed ora i “pro”!

Il primo vantaggio:

Ne abbiamo parlato nell'altro articolo, le imposte sulle case usate sono più basse e in molti casi anche la cifra d’acquisto e sicuramente sul mercato c’è molta più offerta di case usate fra cui poter scegliere.   

Il secondo vantaggio:

I bonus per le ristrutturazioni! Ne avrai certamente sentito parlare anche tu! Oltre ai “grandi” bonus per i condomini al 110%, l’ultima finanziaria ha confermato   i bonus al 50 per ristrutturazione e 65% per il miglioramento energetico, oltre ad avere ampliato il bonus per i mobili e ad aver aggiunto il bonus bagno. In molti casi poi le Banche, accettano anche per questo tipo di bonus, la cessione del credito, come per i più importanti bonus 110%.     

 

Bene ora la scelta è solo tua! Noi di Piccola Agenzia,  siamo qui per aiutarti a cercare la tua casa, nuova o ristrutturata! 


0 Commenti

Casa nuova o casa da ristrutturare?


Hai deciso di comprare casa? Allora probabilmente ti stai chiedendo se sia  meglio comprare una casa nuova in costruzione oppure una casa usata da ristrutturare. Proviamo a vedere pro e contro dell'una e dell'altra scelta, cominciando dai "contro" di un abitazione appena costruita o da costruire.

Il primo svantaggio:

le case nuove hanno un prezzo/mq più elevato rispetto a quelle usate. Ci sono più imposte da pagare e meno benefici fiscali.

Il secondo svantaggio:

mediamente le case nuove hanno metrature ridotte rispetto alle case degli anni 60/70, mancano di spazi tipici di quegli anni come ingressi e corridoi e le stanze risultano decisamente più piccole.

 

 


 Ed ora i “pro”!

 

Il primo vantaggio:

Una casa nuova è costruita con tecnologie ed impianti di ultimissima generazione, si parla ormai di edifici NZEB  che significa edificio ad energia quasi zero, cioè che consuma pochissimo e, non meno importante, non inquina. Gli edifici nuovi  infatti devono rispettare le ultime leggi dell’antisismica, hanno cappotto, pompe di calore, pannelli fotovoltaici,  solari, misure obbligatorie per l’insonorizzazione, tutte cose che garantiscono un grande comfort abitativo.

Il secondo vantaggio:

Quando compri sulla carta,  puoi personalizzare gli ambienti, a seconda delle tue esigenze ,definendo gli spazi proprio come occorrono a te e alla tua famiglia,  puoi scegliere  pavimenti e rivestimenti,  porte e sanitari, e se quello che il capitolato messo a disposizione dall’impresa non è di tuo gradimento, pagando la differenza, puoi scegliere altro. Insomma puoi davvero creare la casa che desideri!  Questi alcuni  svantaggi e vantaggi delle case nuove... segui il nostro blog per il prossimo articolo sulle case da ristrutturare!


0 Commenti

Parma, il report immobiliare 2021


Come ogni anno il portale di annunci immobiliari Idealista.it  pubblica il suo report immobiliare nazionale per l'anno 2021.

Al suo interno si trovano anche i dati che riguardano Parma.

Il primo dato importante a proposito della nostra città , uno dei più significativi, è che, a fronte di un decremento nazionale della popolazione pari al - 0,5% , Parma è fra i pochi capoluoghi di provincia ad enumerare un incremento dello 0,9%,  insieme a Trento,  seguite da Milano, Lodi e  Bologna (quest'ultima fra le province con la maggiore variazione).

Questo dinamismo nella crescita demografica, più alto della media nazionale, si spiega con la capacità della città di assorbire forza lavoro, ciò che ne fa un centro di attrazione della popolazione.

 


Con un reddito medio per famiglia di € 32.000 Parma, si pone a metà circa della classifica che vede in testa Milano con un reddito famigliare pari a € 41.900 e Trapani, fanalino di coda con € 23.000.

Idealista ci da anche il dato sul tasso di sforzo per il mercato di vendita, mostrandoci la percentuale del reddito famigliare annuo netto destinata all'acquisto della casa, calcolata su un mutuo di durata trentennale, con un tasso ipotecario medio e un contributo iniziale del 20%, nel caso di Parma la percentuale del tasso di sforzo è del 14,2%.   


Nel 2021 il mercato immobiliare ha registrato un balzo delle compravendite del  +34% per un totale di 748.523 transazioni (fonte Agenzia delle Entrate). Il dato di Parma  anno su anno (YoY)  calcolato sul periodo 16-21 è pari a + 2,6% , con una media di prezzi al mq pari a € 1.496.

Molto interessante anche il resoconto  del portale Idealista.it sulla tipologia di immobili più cercata, gli attici e le case monofamiliari, così come  la fascia di prezzo più contattata, da € 150.000 a € 180.000.

In conclusione, a fronte di una crescita della popolazione, di un basso tasso di disoccupazione (5,8%), risulta in crescita nella nostra città,  rispetto agli anni precedenti, il numero delle compravendite e ancora stabile la media dei prezzi, il tutto favorito anche dai bassi tassi dei mutui  e dagli ecobonus che hanno riacceso l'interesse per le case da ristrutturare. 

   


0 Commenti

Affitto e cedolare secca, Francesca ti spiega vantaggi per proprietari ed inquilini!


Ciao sono Francesca di Piccola Agenzia, la specialista degli affitti!

Chissà quante volte, nello stipulare un contratto di locazione, ti sei sentito dire che il proprietario avrebbe optato per l'opzione della cedolare secca!

Qui voglio brevemente spiegarti cosa significa, e quali sono i vantaggi per il proprietario e per l'inquilino. 

La cedolare secca è un imposta sostitutiva, cioè sostituisce le tasse che si pagherebbero sulla locazione, come l'Irpef o l'imposta di registro.


Perché conviene al proprietario:

La cedolare secca prevede un aliquota al 21% o al 10% se a canone concordato, mentre la più bassa aliquota Irpef è il 23%. Inoltre, non si devono più pagare le imposte di registro e bollo dovute per registrazioni, risoluzioni e proroghe dei contratti di locazione.

Perché conviene all'inquilino:

Le imposte di registro e bollo, normalmente sono suddivise fra inquilino e proprietario, e non si devono più pagare, così come le imposte su risoluzioni o proroghe. Inoltre il canone di locazione rimane fisso, fino a che il proprietario opta per questo regime.

Spero di esserti stata utile e ti aspetto qui per altre info utili sulle locazioni!

 


0 Commenti

Hai meno di 36 anni? scopri con noi mutui e agevolazioni under 36!


Ciao  sono Federica di Piccola Agenzia e se , come me, hai meno di 36 anni e da qualche tempo stai pensando sia ora di comprare casa,  Il mio consiglio è di affrettarti, infatti fino al 31 dicembre 2022, grazie alla recente  proroga, c'è ancora la possibilità di accedere all'agevolazione mutui prima casa che interessa coloro che non abbiano ancora compiuto i 36 anni di età. 

Oltre a quello dell'età, un altro requisito indispensabile per poter ottenere questo tipo di mutuo, supportato dal Fondo di Garanzia dello Stato, è quello di avere un ISEE inferiore a € 40.000, e di non essere proprietari di altri immobili ad uso abitativo.   

 


Ma quali sono i vantaggi? I vantaggi sono davvero tanti e te li elenco qui di seguito:

  • primo fra tutti, come già accennato prima, questi mutui under 36 sono garantiti, per una percentuale fino all'80% dal fondo di Garanzia dello stato
  • secondo, l'esenzione delle imposte di registro, catastale ed ipotecaria, oppure il credito d'imposta IVA se si acquista un abitazione nuova
  • terzo, l'esenzione delle imposte di registro, di bollo, ipotecarie e  catastali oltre che delle tasse sulle concessioni governative. 

Che aspetti allora? C'è ancora tempo e se vuoi, posso aiutarti a cercare casa! Chiamami o passa in Agenzia! 

0 Commenti
partner
parner


Strada Cairoli 6/B (PR)

    info@piccolagenzia.it

   328.7570898 

   0521.882705