QUALCHE INFORMAZIONE UTILE DAL MONDO IMMOBILIARE E NON

IL BLOG DI PICCOLA AGENZIA

In questa pagina troverai articoli utili riguardanti il settore immobiliare e non solo

  • leggi
  • condoni
  • dritte informazioni utili  

Parma! Qualche curiosità che forse non conoscevi!


Il Battistero


Una delle bellezze di Parma, famosa in tutto il mondo, è sicuramente il Battistero. Di forma ottagonale, a simboleggiare l'eternità, e il passaggio dalla vita terrena a quella ultraterrena, a loro volta simboleggiate dal quadrato e dal cerchio, è opera di Benedetto Antelami, architetto del XII secolo. I tre portali sono, quello principale, a nord su Piazza Duomo, chiamato il Portale della Vergine, ad ovest il Portale del Redentore, ed il Portale del Battista, da cui entravano i catecumeni per essere ammessi al Sacramento del Battesimo. La leggenda racconta che il Diavolo, informato di un edificio di rara bellezza, sia corso a vederlo, e rendendosi conto che non avrebbe mai potuto competere, lo prese a calci, senza tuttavia scalfirlo, ma lasciando sulla parte est, che non è quasi mai al sole, la sua impronta.


La Basilica della Steccata


Nel luogo dove fu costruita la Basilica della Steccata, esisteva in origine un oratorio, sede di una Confraternita intitolata alla Vergine Annunciata, che si occupava delle doti matrimoniali delle ragazze povere in età da marito. Sulla facciata dell'Oratorio venne realizzata un effigie di una Madonna intenta ad allattare, che divenne ben presto oggetto di culto e pellegrinaggio da parte dei parmigiani, per questo motivo si rese necessario, per regolarne il flusso, erigere una palizzata, uno "steccato" appunto.  A protezione della Sacra immagine,   fu quindi deciso di erigere nel 1521, un Santuario dedicato alla "Madonna della Steccata". 


Piazza Ghiaia


La Piazza del mercato di Parma, Piazza Ghiaia, è storicamente dedicata ad esso, fino dal Medioevo. Il nome le deriva da un importante piena del torrente Parma, che irrompendo ad Ovest (l'attuale Oltretorrente), depositò detriti ghiaiosi e deviò il suo corso di un centinaio di metri, coprendo il Ponte Romano (tuttora visibile)  e creando due zone chiamate Giara Piccola (la zona di Via Romagnosi) e Giara Grande (Piazza Ghiaia). Fu la Duchessa Maria Luigia ad adibirla stabilmente a mercato di bestiame e macello, facendo costruire le Beccherie, in seguito demolite durante il fascismo. 


Il Castello di Torrechiara


Con la sua Camera d'Oro, che celebra la storia d'amore clandestina fra il condottiero Pier Maria II de' Rossi, che ne ordinò la costruzione, e  la nobildonna Bianca Pellegrini, è uno dei castelli più rappresentativi e meglio consevati dell'Emilia Romagna. Fatto costruire fra il 1448 ed il 1460 deve il suo nome, in origine Torciara, al torchio del vino,  per raccontare la zona sulla quale si erge maestoso, allora come ora, ricca di vigneti. 


0 Commenti

Ferragosto, la festa, i suoi riti!

Arriva dalle antiche feste romane per la festa del raccolto, in onore del Dio Conso, la festa più bella dell'estate.☀☀☀ Istituita dall'Imperatore Augusto nel 18 A.C., da cui il nome Feriae Augusti, celebrava la fine dei lavori nei campi. Dalla metà dell'800 per volere di Papa Nicola, nello stesso giorno la Chiesa celebra l'Assunzione di Maria.   



Ma quali sono i riti propiziatori del Ferragosto? Quello più conosciuto è sicuramente quello dei falò,  per allontanare il male e celebrare la luce allontanando l'inverno! In questo periodo di grande caldo ed incendi, però, rispettiamo ed amiamo la natura senza metterla in pericolo! Una bella candela accesa avrà lo stesso valore simbolico 🕯🕯🕯  



Anche un bel tuffo in acqua appartiene alle azioni porta-fortuna che potete fare in questo giorno di festa. Al fiume. al mare, al lago in piscina, immergersi nell'acqua nel giorno di Ferragosto porterà bene alla salute!💧💧💧



Infine, nella giornata di Ferragosto non dimenticate di lasciare la mancia a chi lavora! Era infatti usanza dei proprietari terreni, lasciare una lauta mancia ai propri contadini in questa giornata, come ricompensa per il lavoro svolto.💰💰💰

Buon Ferragosto a tutti!! 

Anche noi di Piccola Agenzia ci prendiamo una piccola pausa, ma saremo di ritorno il 23 di agosto con nuove proposte!

 



0 Commenti

Come arredare il balcone o il terrazzo con le giuste luci da esterno


 📌Che si tratti di un  piccolo balcone o di un terrazzo dalle ampie metrature, le luci da esterno possono trasformare completamente l'ambiente e renderlo più accogliente, farlo sembrare più grande o creare il tipo di atmosfera che desideriamo. 

📌L'importante è saper abbinare la lampada giusta per ogni tipo di spazio e disporla poi in  odo da ottenere l'effetto ricercato. Si possono per esempio creare dei percorsi luminosi, oppure scegliere quali angoli illuminare e quali lasciare più nascosti. 



QUAL'E' L'ILLUMINAZIONE GIUSTA PER UN BALCONE PICCOLO ❓

👉Se si ha a disposizione solo un piccolo spazio esterno, per esempio il balcone di un appartamento, non bisogna rinunciare a creare un ambiente confortevole.

👉Appliques e plafoniere di  dimensioni compatte sono perfette per questi casi: si possono incassare nella parete o nel pavimento per creare dei faretti segnapasso  e dare l'illusione che lo spazio sia più ampio.

👉 Lampade senza fili, lanterne ricaricabili o luci alimentate da pannelli fotovoltaici vengono poi in aiuto quando non è possibile attaccarsi alla corrente. Alcuni modelli sono dotati di sensori crepuscolari, che le attivano quando la luce diurna diminuisce.

 



COME ARREDARE CON LE LUCI SPAZI PIU'AMPI❓

👉Quando invece gli spazi sono più ampi, come quelli di un grande terrazzo, è importante ricordarsi di mantenere una coerenza stilistica.

👉Utile, quindi, creare percorsi luminosi fra la vegetazione, anche per collegare fra loro le varie aree esterne, avendo cura  di mantenere un fascio luminoso che faccia risaltare i fiori, le piante o le architetture, ma che non abbagli.

👉Accanto ad un tavolo può essere collocata una luce più intensa, per i momenti conviviali, mentre accanto ad un divanetto si può pensare ad una luce più riposante  , che favorisca la lettura, 


0 Commenti

Vuoi vivere meglio? Riordina casa!


Dall'inglese "decluttering" letteralmente eliminare ciò che ingombra.

La filosofia del riordino, della guru giapponese Marie Kondo, potrebbe essere l'obiettivo per l'anno nuovo!

Cominciamo con la regola della suddivisione degli oggetti in quattro categorie: da tenere, da archiviare, da buttare, da riutilizzare.

Liberarci di oggetti  superflui del passato potrà aiutarci anche ad avere una nuova visione  più fiduciosa e aperta sulla nostra vita del futuro!



Compilare un elenco delle stanze da riordinare e suddividere gli oggetti in categorie, ci aiuterà poi a posizionarli in un ordine migliore!

Muniti di piccole scatole e di un sacco per le cose che decideremo di non tenere, basteranno 5 minuti tutti i giorni ed un oggetto al giorno, per ottenere incredibili risultati!

Per questo potremmo fotografare le stanze prima e dopo per apprezzare il miglioramento!    

 



Un capitolo a parte lo merita l'armadio, croce e delizia di tutte le donne!

Per riordinarlo efficacemente, il consiglio è di vuotarlo completamente, procedere ad eliminare  tutto quello che non ci occorre più e quindi risistemare.

La regola d'oro sarà di sistemare tutto piegato e in verticale, in modo da acquistare spazio e rendere tutto subito visibile, così da trovare immediatamente ciò che si cerca!



In questa che è una vera e propria filosofia di vita, non dovremo dimenticare l'importanza delle emozioni, e conservare gli oggetti che ci trasmettono bei ricordi e felicità. 

In questa nostra nuova casa così riordinata,   non dovremo tralasciare di crearci un angolino speciale, coccoloso e accogliente, dove sentirci bene e protetti, un rifugio sicuro.  


0 Commenti

EXTRA BONUS MOBILI 2021‼


EXTRA BONUS MOBILI  E ELETTRODOMESTICI 2021‼


📍Bonus extra sui mobili per il 2021 grazie alla proroga prevista dalla Legge di Bilancio. La manovra 2021 ha infatti esteso la detrazione del 50% sulle spese per gli arredi fino a € 16.000.

L'agevolazione sugli acquisti degli arredi di casa è valida non solo per tutto l'anno in corso, ma anche per chi ha comprato nel 2020 e può ora usufruire di una detrazione maggiore. 

 



CHI PUO' FARE RICHIESTA PER QUESTA AGEVOLAZIONE?


📍Come già per gli anni passati la detrazione del 50% è diretta a chi effettua lavori edilizi di manutenzione straordinaria.

 

 

✅ Attenzione! con la proroga a dicembre 2021, possono essere presi in considerazione anche i lavori iniziati nel 2020.    



QUALI SONO LE SCADENZE DA RISPETTARE?


📍La legge di bilancio 2021 ha spostato in avanti di 12 mesi la scadenza del bonus per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici dal 31/12/2020 al 31/12/2021.

✅Riproposto anche il meccanismo di trascinamento, ossia per poter agevolare l'acquisto di arredi ed elettrodomestici eseguito nel 2021, occorre che l'intervento edilizio sia iniziato dal 2020 in poi. Invece gli acquisti del 2020 potevano essere abbinati a lavori cominciati dal 2019 in poi.

✅ Da tenere conto anche del fatto che, per poter usufruire della detrazione fa fede l'inizio dei lavori e non il pagamento dell'intervento edlizio.    

  



SONO PREVISTI SCONTO IN FATTURA O CESSIONE DI CREDITO A TERZI?


📍A differenza delle altre agevolazioni edilizie, per il Bonus mobili non sono previsti nè lo sconto in fattura nè la cessione del credito a terzi, ma può essere usufruito soltanto tramite la dichiarazione dei redditi.

✅La detrazione è suddivisa  in dieci rate annuali e vale per l'acquisto di arredi nuovi e grandi elettrodomestici in classe energetica A+ (A per forni e lavasciuga) compresi i costi di trasporto e montaggio.


0 Commenti
partner
parner


Strada Cairoli 6/B (PR)

    info@piccolagenzia.it

   328.7570898 

   0521.882705