QUALCHE INFORMAZIONE UTILE DAL MONDO IMMOBILIARE E NON

IL BLOG DI PICCOLA AGENZIA

In questa pagina troverai articoli utili riguardanti il settore immobiliare e non solo

  • leggi
  • condoni
  • dritte informazioni utili  

Una casa accessibile per la disabilità


La nostra casa, il nostro rifugio, il  luogo dei nostri più cari ricordi e delle nostre emozioni, che ci rappresenta e che racconta di noi, un luogo dove sentirsi al sicuro. Ma per una persona diversamente abile, cosa si deve fare perché quest'ultima affermazione sia vera? Spesso sentiamo parlare di abbattimento di barriere architettoniche, ma quando questa frase riguarda l'interno delle nostre case, cosa significa, nel concreto?    



Quando gli spazi di un abitazione sono vissuti da una persona con disabilità è importante rivedere la disposizione degli arredi, la fruibilità delle zone di passaggio, le dimensioni delle porte che devono essere almeno 85/90 cm per consentire il passaggio di una sedia a rotelle. Un grande aiuto può venire, ovviamente secondo il tipo di disabilità, dall'installazione di dispositivi di domotica, che permettano con un semplice comando, accensione e spegnimento di luci, oppure apertura e chiusura di tapparelle e finestre, nonché di accensione e spegnimento di elettrodomestici.  

 

 



Grande attenzione deve essere prestata al bagno, che dovrà essere dotato di maniglie, di doccia  (con spazio per una seduta) anch'essa con maniglie,  e di servizio sanitario  rialzato. La cucina deve avere piani di lavoro più bassi dello standard, e saranno da preferirsi piani di cottura ad induzione, per non correre rischi col gas, ed elettrodomestici posizionati in basso, con maniglie comode. La camera da letto infine, deve poter aver un passaggio comodo al letto, in modo da consentire manovre comode di avvicinamento.  Insomma, la casa può essere resa il luogo sicuro che ognuno di noi merita, anche per chi ha maggiori difficoltà, utilizzando tecnologia e progettazioni adeguate. 



0 Commenti

Vendere la prima casa entro i cinque anni, si può?


La legge consente a chi acquista una prima casa, di avere delle agevolazioni fiscali, ma allo stesso tempo impone a chi gode di queste agevolazioni, di non vendere la casa per cinque anni, pena la perdita di queste agevolazioni e il conseguente versamento al Fisco delle imposte non pagate oltre al pagamento di una penale del 30%.  



Può però accadere che si presenti la necessità di dover vendere, appunto, entro i cinque anni, magari per un trasferimento in una nuova città. In questo caso per non dovere pagare la differenza di imposte più la sanzione, sarà sufficiente ricomprare un altra casa entro un anno dalla data del rogito di vendita, o riceverla in donazione ed adibirla a propria abitazione principale, o un terreno sul quale costruire, sempre entro un anno, una casa.

SE HAI BISOGNO DI CHIARIMENTI SU QUESTO ARGOMENTO, CHIAMACI O VIENI IN AGENZIA E STUDIEREMO INSIEME IL TUO CASO PER AIUTARTI A TROVARE UNA SOLUZIONE!



0 Commenti

Ma in questo condominio accettano animali???

Spesso, quando accompagniamo i clienti in visita agli appartamenti in condominio, ci sentiamo chiedere se sono ammessi gli animali. Facciamo allora chiarezza su questo argomento! Con la riforma del condominio legge 220/2012, è stata modificata la norma riguardante gli animali domestici in condominio, introducendo una norma per cui i regolamenti non possono più vietarne la presenza. L'unico caso in cui è ammesso il divieto, riguarda i contratti di locazione; i proprietari possono infatti inserire una clausola apposita.



Allo stesso modo non può essere vietata la loro presenza negli spazi comuni, quali scale, ingressi, ascensori, e se una simile clausola fosse inserita in un regolamento condominiale, sarebbe nulla. Attenzione però! la legge parla esplicitamente di animali DOMESTICI, cioè quelli che comunemente vivono con le persone nelle loro case, escludendo quindi di fatto la categoria degli animali esotici. La presenza di animali in condominio ovviamente però prevede una serie di obblighi per i loro proprietari,  che devono essere tassativamente rispettati.

 

 

 



E'  obbligatorio ad esempio che non  sporchino o provochino danni alle parti comuni, pulizia e costi, nel caso, saranno a carico del proprietario, così come nel caso che i danni fossero arrecati alle persone.  Gli animali non devono inoltre disturbare la quiete dei condomini, ad esempio abbaiando tutta la notte e devono essere accuditi nella massima igiene. Come si vede queste sono regole  perlopiù appartenenti al buon senso, nell'interesse di proprietari e condomini; rispettarle servirà anche a garantire il benessere dei nostri amati amici, e la loro felice permanenza nelle nostre case! 

 



0 Commenti

Pareti colorate? Attenzione ai punti cardinali!


L'estate è sicuramente un ottimo periodo per occuparsi dei lavori di casa e, fra questi, il ritinteggio delle pareti.  Per cambiare un pò faccia alla casa  e rinfrescare gli ambienti, una buona idea potrebbe essere quella di usare il colore al posto del solito bianco. La scelta di colori è vasta e può essere fatta anche solo sulla base dei propri gusti o dell'arredamento, ma se invece si tiene conto dell'esposizione delle stanze, allora ci sono alcune semplici regole da seguire! 

 



Prima di tutto, non accontentarti di scegliere un colore da un campionario, ma prima di decidere di tinteggiare un intera parete, fai una piccola prova!   Potresti scoprire che il colore che tanto ti piaceva non è sufficientemente luminoso per la tua casa oppure che è leggermente più spento o vivace di quello che credevi. Per aiutarti a decidere, colora un foglio che accosterai al muro nelle diverse ore della giornata. Ricorda anche che in commercio ci sono colori brillanti ed opachi, i primi perfetti per riflettere la luce, i secondi per ottenere ambienti più soffusi. 



In linea di massima, per le stanze esposte a nord, che già ricevono poca luce, è meglio evitare i colori freddi (blu , grigio, verde scuro) e preferire tonalità calde come (arancio, giallo chiaro, rosso chiaro) meglio se utilizzate su una sola parete in contrasto con il resto, tinteggiato di colori neutri. Le pareti a sud invece, già ricche di luce, possono permettersi i colori scuri tanto di moda ora, quindi via libera ai blu ottanio, ai verdi foresta, alle tonalità di grigio, magari con mobili dai colori vivaci a contrasto.  Le pareti ad est, ricevono la luce del mattino, sono quindi adatte a nuances di colori tenui che le valorizzino, come tutta la gamma dei colori pastello, anche usata in gradazione. Per le pareti ad ovest, esposte al tramonto, la gamma dei marroni sarà la soluzione vincente e di grande effetto.  E ora, non resta che munirsi di pennelli e buona volontà!

 



0 Commenti

Ami la montagna? Falla diventare casa tua! Bando Montagna 2022


Con la delibera n. 1333 del giorno 01/08 la Regione Emilia Romagna ha  approvato il BANDO MONTAGNA 2022 e stanziato € 5.000.00,00 per contributi a fondo perduto destinati a coprire una parte delle spese per l'acquisto  di un abitazione nei Comuni di montagna dell'elenco che potete scaricare qui sotto. 

Download
Elenco Comuni Montani
Elenco dei Comuni che accedono al Bando Montagna 2022
ELENCO COMUNI MONTANI.pdf
Documento Adobe Acrobat 163.9 KB


Il proposito della Regione è di favorire il ripopolamento e la rivitalizzazione delle aree montane, attraverso la concessione di risorse a persone fisiche maggiorenni per l'acquisto di abitazioni già esistenti da destinare a propria abitazione. Per tutte le info alleghiamo il vademecum da scaricare e potete consultare il sito della Regione Emilia Romagna:

https://territorio.regione.emilia-romagna.it/politiche-abitative/contributi-casa/bando-montagna-2022/bando-montagna-2022

Download
Vademecum Bando Montagna
Tutte le info per partecipare e richiedere il contributo!
Vademecum_bando montagna 2020.pdf
Documento Adobe Acrobat 4.2 MB


0 Commenti