QUALCHE INFORMAZIONE UTILE DAL MONDO IMMOBILIARE E NON

IL BLOG DI PICCOLA AGENZIA

In questa pagina troverai articoli utili riguardanti il settore immobiliare e non solo

  • leggi
  • condoni
  • dritte informazioni utili  

Sai cos'è un edificio NZEB?

Il termine NZEB è acronimo di Nearly Zero Energy Building e cioè edificio il cui consumo energetico è vicino allo zero.

Sono cioè edifici che hanno consumi ridottissimi, ma, cosa di uguale importanza, che hanno un bassissimo impatto sull'ambiente.

Infatti oltre a ridurre i consumi di riscaldamento, raffrescamento, ventilazione, produzione di acqua calda ed elettricità, gli edifici NZEB  riducono anche l'inquinamento.

Nel dettaglio, un edificio così costruito, deve sfruttare al massimo le stagioni, in inverno sfruttare al massimo il sole, in estate massimizzare l'accumulo ed essere protetto e schermato per difendersi dal calore. 

Il resto dell'energia necessaria deve inoltre essere fornito da energie rinnovabili,  

 

Gli edifici NZEB in Italia

In Italia, il tema dell'efficienza energetica è stato introdotto nel 2005, con successive modifiche nel 2013 e definitivamente nel col Decreto del 2015  che ha stabilito i requisiti per un edificio NZEB, mentre l'Europa con una direttiva del 2010 ha fissato come termine il 2021 , anno in cui tutti gli edifici di nuova costruzione dovrebbero rispondere a questi requisiti.

Un esempio di edificio pubblico è quello rappresentato dalla foto del progetto giapponese per il nuovo Campus Bocconi a Milano, interamente eco-sostenibile.

Ad oggi si stima che siano nel Nord Itala circa 650/800 gli edifici NZEB.  

 E a Parma?

Sono in fase di realizzazione nella zona sud del Quartiere Montanara, a cura di Enterprise Costruzioni, 8 nuovi edifici.

Con un architettura che ricorda il "bosco verticale" grandi logge e tanto verde, saranno edifici ad energia prossima a zero.

Avranno tecnologie avanzatissime, che consentiranno il massimo risparmio e di non inquinare.

Sono disponibili bilocali, trilocali e appartamenti con tre camere.

Se vuoi più informazioni contattaci!

 

 

Perché le valutazioni dei portali immobiliari sono sbagliate

In questo periodo, uno dei maggiori portali immobiliari italiani è in televisione con una campagna pubblicitaria in cui una  famiglia  felice  racconta come ha trovato, tramite loro, la desiderata casa nuova, avendo prima venduto la vecchia, dopo aver effettuato una valutazione sul portale stesso.

Ti voglio spiegare perchè le valutazioni dei portali immobiliari sono sbagliate.

PER PRIMA COSA I PORTALI IMMOBILIARI LE VALUTAZIONI LE EFFETTUANO  COMPARANDO  GLI IMMOBILI PRESENTI SUL LORO STESSO SITO.  

Questo significa che, quando inserisci la zona, se per caso in questa ci sono pochi immobili della stessa tipologia del vostro, la comparazione non avrà abbastanza elementi per essere realistica. 

Anche quando ci fossero abbastanza immobili simili, i dati presi in esame, metri quadri, zona , piano e pochissimi altri parametri, NON SONO ASSOLUTAMENTE SUFFICIENTI per poter determinare il reale valore della tua casa.

Quando l'hai scelta, infatti, molti altri sono stati i fattori determinanti che hai preso in considerazione, ad esempio la luminisità, gli affacci, la rumorosità della zona.

TUTTE COSE CHE NON SONO VALUTABILI ON LINE

Può ad esempio succedere che due appartamenti identici per metratura, nello stesso condominio, abbiano un diverso valore, perchè magari, mentre uno di essi affaccia sul tranquillo cortile dietro la casa, l'altro è invece su una strada trafficata. 

La valutazione di un immobile, non può inoltre prescindere dallo stato di conservazione dell'immobile, dal tipo di rivestimenti e pavimenti, porte, serrature ecc...

In questo momento a Parma e provincia ci sono oltre 6.000 immobili in vendita ed il tempo di vendita media è di circa 191 giorni.

Molti di questi sono invenduti a causa di una errata valutazione. 

 

Il mio consiglio? Se hai deciso di mettere in vendita la tua casa, e vuoi una valutazione reale, non affidarti ad un algoritmo su un portale immobiliare, ma chiama un professionista, che sappia cogliere tutti i pregi e i difetti della tua  casa, e magari sappia anche come valorizzarla per poterla presentare al meglio sul mercato.


Mi chiamo Paola Scarica e sono un agente immobiliare e consigliere provinciale Fiaip, la Federazione Italiana degli Agenti Immobiliari Professionali.

Mi piace raccontare le case oltre che venderle e affittarle. Dopo anni di esperienza in altre Agenzie, da due anni ho intrapreso il nuovo progetto di Piccola Agenzia.

Ho scelto il nome con cura, perchè vorrei lavorare con gli immobili come i piccoli artigiani fanno nelle loro botteghe.

Dedicando ad ogni casa che mi viene affidata in vendita o in affitto un attenzione vera e speciale, fatta di home staging per presentarla al meglio, video immobiliari emozionali e fotografie professionali.

Se ti interessa sapere di più sul mio modo di lavorare chiamami oppure scrivimi e potremo incontrarci nel mio ufficio per conoscerci meglio.   

Le Agenzie Immobiliari nella fase 2

Come saranno le visite agli immobili durante la fase 2?

Se sei un proprietario che abita la casa che deve vendere, sappi che anche noi ci siamo fatti questa domanda e abbiamo cercato delle risposte che ti raccontiamo qui.

Nei giorni scorsi le domande che più frequentemente ci hanno fatto i nostri clienti che ci hanno affidato le loro case  in vendita sono state:

  1. Sarà pericoloso far entrare persone in casa?
  2. Come potremo proteggere noi e i nostri visitatori?
  3. Riusciremo a vendere casa con queste difficoltà nel mostrare la casa?

Ecco le riflessioni che abbiamo fatto.

PRIMA DI TUTTO CI PREPARIAMO AD AFFRONTARE UN PUBBLICO MOLTO PIU' CONSAPEVOLE

 

In questi due mesi le persone hanno vissuto la casa intensamente e ne hanno colto i pregi ma soprattutto i difetti, e  adesso sanno cosa vogliono dalla casa che compreranno.

 

 

Con un attenta pre-qualifica potremo quindi già escludere a priori chi cerca tipologie differenti dalla casa che vendi.

 


LA TECNOLOGIA CI VIENE IN SOCORSO

Lo ha già fatto in questo periodo: smart working, videocall, piattaforme per conferenze, anche i nostri bambini hanno dovuto conoscere il cambiamento della scuola da reale a virtuale.

Molto possiamo fare con essa per mostrare le case. 

Da tempo ormai lavoriamo facendo video e virtual tour delle case che ci hanno affidato in vendita, questo ci permetterà di mostrare la casa ai potenziali acquirenti ambiente per ambiente, come se fossero già lì.

Solo a questo punto e  solo le persone realmente interessate e con la disponibilità economica adeguatapotranno vedere la casa dal vivo, non senza prima aver rilasciato un autocertificazione che forniremo, che attesti il loro stato di salute, accedendo all'abitazione uno alla volta, con i Dispositivi di Protezione Individuale che noi stessi forniremo: gel disinfettante, guanti, calzari, mascherine.

 

A nostre spese possiamo provvedere alla sanificazione degli ambienti con una Ditta specializzata, con cui abbiamo preso accordi.


E SE DECIDONO DI COMPRARLA?

 

Già in questo mese abbiamo concluso alcune trattative in videocall! I nostri clienti venditori ed i loro potenziali acquirenti, che avevano visitato la casa prima del lockdown, si sono accordati su alcuni dettagli in questo modo. Passato il primo momento di imbarazzo, è sembrata la cosa più naturale del mondo e alla fine, oltre ad aver concluso un accordo soddisfacente, tutti ci hanno ringraziato per questa nuova modalità messa in campo. Inoltre i preliminari di compravendita, potranno essere validamente firmati con firma digitale, restando comodamente a casa.

 

 


RIFLETTI SU QUANTE SOLUZIONI TI POSSIAMO FORNIRE!

La voglia di casa sembra non essersi fermata, anzi! Se anche tu hai deciso di vendere per acquistare una casa col giardino o con un bel terrazzo, oppure con una stanza in più, chiamaci subito, potremo già organizzarci prima della riapertura!


Hygge il segreto della felicità


Un caldo e tenero abbraccio


Mai come ora in cui abbracciarsi è per qualcuno di noi, specialmente chi vive solo, impossibile, il caldo abbraccio di un angolo "hygge" nella propria casa può regalare la stessa sensazione.

Ma  quale è il significato di questa parola danese? Hygge  descrive il senso di familiarità, sicurezza, accoglienza ed intimità.

Cosa ci fanno venire in mente queste parole se non  "casa"?

E non importa che sia una casa grande o un piccolo appartamento, in ognuna delle nostre case c'è già, certamente, il nostro speciale posto hygge.

Magari è lì, vicino a quella finestra, da dove filtra un raggio di sole che si riflette su una parete, oppure dove ci sono fotografie alle quali siamo particolarmente legati oppure dove c'è un oggetto che ci è caro.


 

E se invece volessimo crearlo,  basterebbero, ad esempio, candele profumate, da accendere al tramonto, oppure una calda coperta sulla poltrona preferita.

Un tappeto dove stare a piedi scalzi, un angolo con le piante che abbiamo amorevolmente curato e che ci stanno ripagando con la loro fioritura primaverile.

Una lampada con una luce calda vicino a cui sedersi con una tisana fumante.

Un piccolo spazio tutto per noi da inventare, anche solo per restare a leggere un libro.

Un tavolino su un balcone e le sedie con i cuscini colorati e comodi.

Un soprammobile che ci è caro vicino alla postazione da cui lavoriamo in smart working.  

 


 

 

 

Hygge  è una carezza per l'anima, una coccola, l'abbraccio che facciamo a noi stessi.

Adesso mentre aspettiamo il momento in cui potremo tornare alla nostra vita di tutti i giorni, ma anche dopo ,quando questo periodo sarà passato, e ci avrà lasciato tante cose nuove che non sapevamo di noi stessi.

Hygge protetti e sicuri, come ci ha fatto sentire la nostra casa.

Hygge l'armonia che possiamo creare per stare bene ed essere pronti a tornare là fuori, alle nostre vite frenetiche e senza un attimo per noi stessi.

 

Con l'augurio che la serenità resti dentro di noi.   

 

 

 

 


Mi chiamo Paola Scarica e sono un agente immobiliare e consigliere provinciale Fiaip, la Federazione Italiana degli Agenti Immobiliari Professionali.

Mi piace raccontare le case oltre che venderle e affittarle. Dopo anni di esperienza in altre Agenzie, da due anni ho intrapreso il nuovo progetto di Piccola Agenzia.

Ho scelto il nome con cura, perchè vorrei lavorare con gli immobili come i piccoli artigiani fanno nelle loro botteghe.

Dedicando ad ogni casa che mi viene affidata in vendita o in affitto un attenzione vera e speciale, fatta di home staging per presentarla al meglio, video immobiliari emozionali e fotografie professionali.

Se ti interessa sapere di più sul mio modo di lavorare chiamami oppure scrivimi e potremo incontrarci nel mio ufficio per conoscerci meglio.   


Mi chiamo Giovanna Barile, sono un agente immobiliare iscritta a Fiaip,  Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali, che rappresenta la principale associazione di categoria del settore immobiliare italiano. 

Per me la casa è una forma d'arte, da sempre, nella mia vita privata, mi sono occupata di case, le ho sognate, comprate, ristrutturate, vendute, e da qualche anno ho deciso di fare della mia passione, la mia professione.

Adoro il mio lavoro,mi permette di conoscere e creare relazioni di fiducia con i clienti, aiutandoli a trovare  la casa dei loro sogni.

Con Paola, la mia collega, utilizziamo un metodo innovativo, che ci permette di valorizzare gli immobili, con servizi come l'home staging, foto professionali e video marketing immobiliare. Attraverso questi strumenti, otteniamo risultati ottimali sia per chi vende che per chi è alla ricerca della sua casa ideale.

Chiamami per un consulto personalizzato, troverai disponibilità ad ascoltare le tue esigenze, gentilezza per farti a sentire a tuo agio e professionalità.


Cosa abbiamo imparato sulla nostra casa in questi giorni di quarantena.


Oggi nella nostra casa stiamo lavorando, studiando, vivendo,  costretti dagli eventi nelle nostre quattro mura. 

Questo ha cambiato il nostro rapporto con essa, da luogo dove tornare alla fine delle nostre giornate, a spazio vitale.

Inevitabilmente, questo ci ha fatto meglio comprendere i pro e contro delle case in cui viviamo.

Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato sulla nostra pagina Facebook un semplice sondaggio, per sapere cosa le persone vorrebbero cambiare delle loro case se potessero.

Queste le risposte che abbiamo raccolto:

  1. VORREI UN GIARDINO                       31%
  2. VORREI UN TERRAZZO                      25%
  3. VORREI UNA CASA PIU' GRANDE        18%  
  4. VORREI UNA CASA INDIPENDENTE     15%
  5. E' PERFETTA COSI' COM'E'                    6%
  6. VORREI UNA CASA PIU' SILENZIOSA    5%

Gli spazi esterni, giardino, terrazzo, sembrano quindi essere ciò che al momento tutti desiderano maggiormente, un dato molto importante e di cui tener conto, se in un futuro prossimo decidessimo di acquistare una nuova abitazione, specie alla luce dei dati Istat che ci dicono che un terzo delle case in Italia non hanno nè terrazzo nè balcone.

Al terzo posto il desiderio di una casa più grande.  Un recente articolo de "Il sole 24 ore" raccontava che mediamente nelle città italiane, le case sono 68 mq, che arrivano a 98, nei centri abitati più piccoli.  Nello stesso articolo si evidenziava come il 60% delle case abbia un solo bagno.

E' evidente come in un emergenza come questa che stiamo vivendo, il sovraffollamento nelle case rappresenti uno dei maggiori problemi, il che forse spingerà il mercato verso la progettazione di case più grandi, che prevedano uno spazio/studio per lo studio in videocall e lo smart working, due novità di questi giorni, che potrebbero diventare la nostra quotidianità.   



Un altra risposta al sondaggio da considerare con attenzione, è il desiderio di vivere in case indipendenti, poichè certamente la quarantena ha amplificato, dove ce n'erano, le problematiche della vita in condominio.

Per questa ragione si potrebbe assistere ad una maggiore spinta ad allontanarsi dai grandi centri abitati, a favore di zone non centralissime ma più verdi e lontane da traffico e alte densità abitative. 

Considerato che solo l'8% delle case italiane è stato costruito in questo secolo, il dato sulla silenziosità (vivere tutto il giorno la casa evidenzia aspetti a volte non conosciuti) è ugualmente importante.

Infatti, solo le case più recenti e costruite con tecnologie avanzate hanno requisiti acustici passivi.

Queste dunque, le risposte al nostro sondaggio e le valutazioni su di esse.

Ma, mai come ora , in ogni caso il nostro rifugio sicura, il nostro porto sono rappresentati dalla nostra casa, sia essa con o senza difetti.

 

 


Mi chiamo Paola Scarica e sono un agente immobiliare e consigliere provinciale Fiaip, la Federazione Italiana degli Agenti Immobiliari Professionali.

Mi piace raccontare le case oltre che venderle e affittarle. Dopo anni di esperienza in altre Agenzie, da due anni ho intrapreso il nuovo progetto di Piccola Agenzia.

Ho scelto il nome con cura, perchè vorrei lavorare con gli immobili come i piccoli artigiani fanno nelle loro botteghe.

Dedicando ad ogni casa che mi viene affidata in vendita o in affitto un attenzione vera e speciale, fatta di home staging per presentarla al meglio, video immobiliari emozionali e fotografie professionali.

Se ti interessa sapere di più sul mio modo di lavorare chiamami oppure scrivimi e potremo incontrarci nel mio ufficio per conoscerci meglio.   



partner
parner


Strada Cairoli 6/B (PR)

   328.7570898 

       0521882705